Caldarola sparita

Print Friendly, PDF & Email

Ignorata prima del terremoto

Verso la fine di febbraio 2018, in libreria, ho acquistato il volume “Marche”, di Giacomo Bassi, della famosa casa editrice “Lonely Planet” specializzata di viaggi. Si tratta di una guida turistica illustrata sulla Regione Marche, seconda edizione, in lingua italiana, di 303 pagine, edita nel 2016 dalla torinese EDT.

Prima di spedirla a una docente universitaria di “Letteratura italiana moderna e contemporanea” l’ho sfogliata e osservata un po’. Ho notato che a pagina 152, in una mappa del medio Maceratese, c’era Belforte del Chienti, ma mancava completamente l’indicazione della cittadina di Caldarola. Tuttavia non ho fatto in tempo a notare altre, eventuali mancanze.

Nel 2016 avevo scritto alla stessa casa editrice sulla guida della Giordania, per un aneddoto da viaggiatrice (in solitaria) vissuto e raccontato dalla coautrice Jenny Walker, pubblicato nella sezione “Donne in viaggio”. Episodio che mi era apparso come una grave offesa al genere maschile. Avevo comunicato anche la discrepanza tra i costi da loro segnalati e quelli reali. A quel risentito messaggio email Annarosa Sinopoli mi rispose: “… Il suo nome sarà inserito nella pagina dei ringraziamenti della prossima edizione della guida”.

Dunque, senza indugio, ho scritto alla EDT, casa editrice licenziataria per l’Italia, segnalando l’omissione di una località con diverse attrazioni turistiche.

Ecco la risposta attuale:

“La ringrazio per averci scritto e mi scuso per il ritardo nel risponderle (le lettere dei viaggiatori sono molte). Le segnalazioni e i commenti che riceviamo dai nostri lettori sono per noi sempre molto importanti ed è necessario del tempo per dedicare a ciascuno la giusta attenzione.

Come saprà, le guide Lonely Planet non sono un elenco delle attrazioni della destinazione di un viaggio, ma una selezione curata personalmente dagli autori Lonely Planet. È anche questo aspetto che le rende uniche. Tuttavia, la sua segnalazione è molto utile perché verrà girata agli autori della prossima edizione della guida, i quali visiteranno di persona la zona per le ricerche e sceglieranno le mete da inserire, ma non possiamo promettere di più.

Desidero precisare che tutto ciò che entra a far parte delle nostre guide – destinazioni, itinerari, luoghi di interesse, trasporti, ma anche alberghi, esercizi commerciali… – viene selezionato direttamente dagli autori Lonely Planet che effettuano le loro ricerche in incognito e in totale autonomia decisionale”.

Lascio eventuali commenti ai lettori interessati.

Eno Santecchia

Giugno 2018

“Pallotta Ottocento” al castello.

Il teatro di Caldarola

 

Tags: