Mediterraneo nel cuore

Print Friendly, PDF & Email

Inizio la mia avventura pittorica nel Mediterraneo partendo dalla Turchia e mi sbizzarrisco con i classici tulipani Turchi e l’occhio di Allah. Scivolo verso il Libano e poi Israele, Gerusalemme splendida, sento ancora il profumo dell’aria di Gerusalemme, vedo il lago di Tiberiade e preferisco non ricordare quanto bene mi sono sentita lì, in quel silenzio. Scendo verso l’Arabia Saudita a dipingere i pellegrini alla mecca, risalgo verso la Giordania, mai visitata, ma ricordo famosa per Petra. Ancora un po’ più su ritrovo la Siria, cosa posso dipingere della Siria! Il niente ormai, una bandiera bruciata come simbolo di uno stato che non esiste più, ma la adorno con un disegno damascato. Abbozzo qualcosa della Grecia ma ho poco interesse per questa. Della Sicilia un disegno tipico delle maioliche. Ridiscendo in Egitto ma non trovo ciò che vorrei, mi limito a dipingere i classici simboli Egiziani, l’occhio di Horus, i motivi in madreperla e abbozzo degli archi “vedo non vedo”. Faccio un salto in Tunisia e mi diverto con i classici portoni azzurri e i decori delle ceramiche. Guardo giù, c’è la Libia, non vorrei andarci, non mi ispira nulla, scopiazzo qualcosa ma ho ben poco da dire su questo paese, pertanto vado in Marocco a divertirmi con i motivi decorativi. Malta, Jerba, Lampedusa, Creta e Rodi sono i gioielli del Mediterraneo. Ora la Libia mi ispira e inizio ad intravedere la possibilità di una mia interpretazione. Come pure l’Algeria, allora deduco che anche se non seguo la realtà delle cose, degli elementi inseriti, la mia ispirazione personale soddisfa il mio occhio e la mia creatività. Mi rimane l’Andalusia, che non ho mai considerato, non conoscendo molto bene la storia, ma è uno dei posti che vorrei visitare in futuro, per il momento mi diletto nel dipingerla. Buon viaggio a Voi!

Lucia Moratto

Luglio 2016

Dipinto "Mediterraneo nel cuore" di Lucille (2016)

Dipinto “Mediterraneo nel cuore” di Lucille (2016)