Il pittore degli alberi

Print Friendly, PDF & Email

Da Alexandria a Roma

Il pittore Gene Pompa nacque in Egitto nel 1952, a luglio di quell’anno ci fu la rivoluzione dei Liberi Ufficiali guidati dal gen. Neguib e da Nasser con la deposizione di re Faruk. Dopo dieci anni la sua famiglia ritornò in Italia e si stabilì a Roma.

I suoi ricordi della città di Alexandria?

“Io sono nato ad Alessandria d’Egitto 11 marzo del 1952 e vi ho vissuto per una decina d’anni. I miei ricordi d’infanzia sono di una cittadina tranquilla a misura d’uomo dove vivevano persone di tante nazionalità ma la diversità io non la notavo”.

Cosa ha rappresentato per lei l’Egitto?

“L’Egitto ha rappresentato solamente il mio Paese natale in quanto i miei genitori e nonni provenivano dall’Italia”.

La sua gioventù trascorsa in Egitto ha inciso sulla sua formazione e ispirazione artistica?

“Penso di sì in quanto ho vissuto la mia fanciullezza in una famiglia che amava l’arte a 360° in un ambiente sereno e di amicizia fra varie etnie”.

Quali tecniche predilige e quali sono gli argomenti dei suoi dipinti?

“La mia tecnica pittorica è ad olio ed è una mia tecnica personale che utilizza il pennello e la spatola creata nel 1984, l’anno in cui doveva nascere la mia prima figlia Giulia. Poiché volevo arredare con alcune mie opere la sua cameretta ho cercato di creare qualcosa di diverso e di nuovo e, visti i risultati, debbo ringraziare soprattutto mia figlia. Gli argomenti sono maggiormente paesaggistici ma non trascuro il surrealismo”.

Le migliori gratificazioni ricevute durante la sua carriera?

“Oltre alle gratificazioni che giornalmente mi danno le persone che vedono per la prima volta dal vero le mie opere ho ricevuto una trentina di premi. In Italia a Roma posso ricordare il 1° Premio d’Arte Antonio de Curtis nel 1999, a Bologna il 1° Premio Minganti nel 2010 e negli Stati Uniti a New York il 2° Premio “Green” Internazionale per la Pittura alla 31ª Artexpo nel settembre del 2009”.

Dove si trovano le sue opere all’estero?

“Per semplificare le mie opere si trovano in tutti i continenti in collezioni private ed anche in musei vedi il Lavre a Kiev in Ucraina”.

Finora ha partecipato a ben 494 tra esposizioni internazionali e nazionali, ottenendo 34 premi e riconoscimenti. È stato presente con alcune opere anche alla mostra-conferenza: “I pittori italiani in Egitto (1920 – 1960) organizzata dall’AIDE con il patrocinio del Ministero degli Italiani nel Mondo, tenutasi presso l’Accademia d’Egitto a Roma dal 16 al 21 dicembre 2004. Negli anni Novanta le sue opere sono state esposte anche a Macerata.

La maggior parte delle opere del maestro Gene Pompa ha come soggetto principale gli alberi. Il suo studio-galleria si trova a Roma in via Bellinzona 6/12, sue esposizioni permanenti sono a Spoleto e a Philadelphia, il suo sito: www.genepompa.com

Eno Santecchia

Aprile 2013

Bella quercia cm 80x80- Quadro Pg anno 20121

Tags: , ,