La montagna fiorita

Print Friendly, PDF & Email

Dea Pellegrini, presidente dell’Associazione Culturale “Le Antiche Torri” di Sarnano, ci parla del Centro Linguistico che sta preparando tanti giovani cinesi, senza trascurare qualche curiosità.
L’associazione nacque nel 2002 a Sarnano per merito di un gruppo che decise, su invito di Dea Pellegrini, di creare un Centro Linguistico per la diffusione delle lingue straniere nel nostro territorio e della nostra cultura all’estero.
Negli anni sono stati organizzati corsi, scambi culturali e stipulati accordi con le università e con i Ministeri dell’Istruzione e degli Esteri.
Oggi al Centro c’è una grande affluenza di studenti cinesi che frequentano il corso semestrale di lingua italiana per avere poi accesso ai corsi universitari in tutta Italia.
Il Centro ha nove classi per un totale di quasi 150 studenti dai 18 ai 23 anni, provenienti da molte Province della Cina e come estrazione sociale dalla media e alta borghesia. Alcuni hanno studiato un po’ d’italiano nel loro paese, ove si tengono dei corsi base della nostra lingua.
Dopo il corso sostengono l’esame di conoscenza della lingua italiana presso il Centro, sede di esami per la certificazione della lingua italiana, essendo convenzionata con le Università di Roma Tre e con l’Università per Stranieri di Siena. In seguito i giovani si possono iscrivere all’Università, ai Conservatori e Accademie di Belle Arti, la cui preiscrizione è stata già fatta in Cina.
I benefici per la cittadinanza?
“I cittadini di Sarnano ne traggono grande vantaggio poiché affittano i loro appartamenti e inoltre i negozi e supermercati godono di una clientela notevole per sei mesi l’anno (febbraio – agosto). La cittadinanza è molto collaborativa e disponibile, non si sono mai verificati problemi”.
Le vostre attività?
“Abbiamo partecipato al China Education Expo e grazie alla convenzione con le università italiane e con le agenzie cinesi abbiamo un flusso regolare di studenti. Il passaparola degli studenti in Cina e su Internet è molto positivo; gli studenti si trovano bene da noi e quindi sponsorizzano la nostra Associazione con amici e colleghi.”
Cosa rimane a Sarnano?
“Rimane un legame affettivo con il paese ed in particolare con le famiglie che li hanno ospitati e quindi, appena possono, tornano per incontrare gli amici che hanno a Sarnano”.
Questo Centro è una bella realtà per la Provincia di Macerata, grazie all’impegno dei membri dell’Associazione, del personale di segreteria e dei nove docenti, le attività si svolgono con continuità e soddisfazione di tutti.
Padre Matteo Ricci è considerato dai cinesi come importante scienziato e letterato, per avere introdotto in Cina la geometria euclidea, la musica e l’arte europea del Cinquecento.
Invitata, la direttrice ci racconta una curiosità. Gli studenti cinesi provengono da grandi città e, stranamente, ciò che più li colpisce una volta in Italia non sono i nostri monumenti, bensì la natura. In un sondaggio fatto dopo le visite guidate a grandi città come Firenze, Venezia e Roma e al Parco Nazionale dei Sibillini, il più alto punteggio di gradimento l’ha ottenuto il nostro Parco.
Sì, avete capito bene, lo stesso Parco che, alla sua istituzione nel 1993, i cacciatori sarnanesi sono riusciti a tenere lontano dalla cittadina!
Questi giovani cinesi non sono abituati a camminare sui prati, a questi panorami e a una natura così splendida. La montagna fiorita per loro è lo spettacolo più entusiasmante!
Maggio 2012

DSC_0088