Accade al lago di Caccamo

Print Friendly, PDF & Email

Il lago di Caccamo è sempre al centro di attività turistiche e sportive della zona.
Sabato 11 giugno 2011 l’Associazione Nazionale Carp Fishing Italia www.carpfishingitalia.it nel corso della “Giornata Ecologica Nazionale” ha promosso la pulizia delle sponde del lago. I volontari carpisti giunti da varie zone hanno raccolto lungo le sponde (dove è stato possibile accedere) rifiuti ingombranti abbandonati senza criterio: una lavatrice, un tavolino e sedie di plastica, materiali ferrosi, un box doccia, vetro, sacchetti e le onnipresenti bottiglie di plastica.
Dalla creazione dell’invaso artificiale risalente al 1954 tre volte l’ENEL, proprietaria dell’invaso, ha ridotto il livello dell’acqua: nel 1969 e 1989 è stato pressoché vuotato e nel 1997 ridotto al minimo. In quelle occasioni una certa quantità di pesci perì. Nel 1997 affiorarono dalle sponde melmose numerose cozze d’acqua dolci delle dimensioni di circa 15 cm. Alcune rimaste all’asciutto furono ributtate in acqua da volontari, altre furono portate via o consumate.
Oggi grazie agli studiosi del Museo Malacologico Piceno di Cupra Marittima, www.malacologia.org , il più grande al mondo, ho potuto identificare con sicurezza quel tipo di cozza per Anodonta cygnea, una specie dulciacquicola comune in tutta Italia. Mollusco incredibile che filtra 40 litri d’acqua l’ora, efficace contro le alghe, aiuta a mantenere in buone condizioni il substrato.
In primavera e in estate i Vigili del Fuoco di Macerata si recano diverse volte sulle sponde di questo lago per provare i gommoni e il veicolo anfibio. Merito della comoda battigia della spiaggetta orientale della Valleverde, agevole per la discesa in acqua e la successiva risalita. Quest’anno hanno collaudato in almeno un paio di sessioni il veicolo anfibio al quale è stato sostituito il vecchio propulsore a elica con un nuovo idrogetto Castoldi.
Il 18 e 19 giugno 2011 si è svolto il campionato italiano di moto d’acqua Circuito & Free Style organizzato dalla Federazione Italiana Motonautica www.fimconi.it . Molti spettatori hanno assistito alle performance acrobatiche dei motonauti.
Nell’arco dell’anno affollano le sponde del lago numerosi pescatori ordinari e di carp fishing; le sue acque sono in buone condizioni. D’altronde un paio di volte il mese sono eseguiti dei controlli di qualità da parte del personale dell’ASUR di Tolentino, mediante prelievi con l’imbarcazione dei Vigili del Fuoco.
Tra le curiosità: all’imbrunire una volpe si avvicina ai tavoli del chiosco della Valleverde e accetta volentieri qualcosa da mangiare.
Settembre 2011
Foto gent. conc. Pietro Cicchetti

CIMG2115