Serata al museo

Print Friendly, PDF & Email

È stato un gradevole balzo indietro nel tempo tra l’antica Roma e l’India. Ha avuto successo la manifestazione “La danza delle ninfe – La danza di Shiva. Musica e danza fra Oriente e Occidente”, tenutasi sabato 20 novembre nel Museo Archeologico Statale di Urbisaglia e realizzata, sembra, in economia.
L’evento coordinato dalla dr.ssa Maria Cecilia Profumo è stato predisposto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nell’ambito del progetto “Musei in Musica” svoltosi in tutta Italia.
Le sale del museo sono rimaste aperte gratuitamente dalle 20.00 alle 02.00, era a disposizione la guida Valeria Tubaldi.
Durante la lettura dei testi esplicativi sono state proiettate due presentazioni sulla danza romana e quella indiana della dea Shiva.
Tra statue di matrone romane, busti e reperti, che evocano la ricchezza del Parco Archeologico di Urbs Salvia, si sono potute ammirare le eleganti movenze di Chiara Marangoni, coreografa che studia danza storica da sedici anni ed Elettra Gardini: due ragazze perfettamente a loro agio nel ruolo di ninfe.
Le due danzatrici fanno parte del gruppo “Quam Pulchraes” e sono intervenute per l’Associazione Amici della Musica, entrambi di Urbisaglia.
I visitatori hanno così potuto trascorrere un’insolita serata allietati dalle antiche danze con l’accompagnamento del doppio flauto, della lira, del sistro e altri strumenti musicali dell’epoca.
Senza nulla togliere alle statue femminili panneggiate (vale a dire con tunica, stola e palla), che trasmettono rispetto per la grazia e l’eleganza delle vesti di lino come appena indossate, è stato piacevole ammirare le due giovani in costume romano ballare in coppia, al ritmo vivace, con passi saltellati in armonia con l’antica musica. Un’iniziativa davvero azzeccata, da ripetere!
Novembre 2010 

DSC_3093